Profilo del soggetto registrato

Associazione Tessile Riciclato Italiano

Numero di identificazione nel Registro: 2019-41282222-17
Data d'iscrizione: 03/07/2019 14:52:35

Le informazioni su questo soggetto sono state modificate il: 03/07/2019 12:52:35
Data dell'ultimo aggiornamento annuale: 03/07/2019 12:52:35
Prossimo aggiornamento previsto al più tardi il: 03/07/2020

    Entità  registrata: organizzazione o lavoratore autonomo

Associazione Tessile Riciclato Italiano

ASTRI

Altro: Associazione

    Categoria di registrazione

Imprese e associazioni di categoria, commerciali e professionisti

Associazioni commerciali e di categoria

    Recapito

Via Scarpettini 326
59013  Montemurlo
ITALIA

0574 790655

    Responsabile legale

Tesi, Fabrizio

Presidente

    Obiettivi e compiti

L’economia circolare è il tema del momento: un sistema economico che si rigenera da solo e che valorizza gli scarti come nuove risorse. L’Europa sta lavorando su questo tema, imponendo un ripensamento generale sulle modalità di produzione in tutti i settori. Il distretto di Prato il riciclo ce l’ha nel DNA: è dalla metà dell’Ottocento che sul territorio vengono riciclati abiti e maglie usate, di lana in particolare. Una competenza acquisita nei decenni, frutto di una conoscenza della materia unica. Sono tante le aziende che sul territorio operano in questa filiera: dalla raccolta, alla cernita, fino alla produzione della fibra riciclata pronta per essere utilizzata in tessuti e filati, ma non solo. Astri è l’associazione italiana per il tessile riciclato, nata a Prato nel 2017 e che oggi conta 170 aziende socie. E’ nata per valorizzare un know how e un settore che rischia di essere gravemente ridimensionato: anche se l’economia circolare è il tema del momento, all’atto pratico, chi opera in questo settore per la normativa gestisce dei rifiuti. Con tutto quello che ne consegue da un punto di vista di obblighi e di oneri. Per le aziende pratesi, invece, gli scarti della lavorazione e gli abiti usati non soni rifiuti, ma materie prime seconde: devono essere considerati una risorsa, che deve essere trattata per tornare ad essere materia da utilizzare. Secondo un’indagine svolta da Astri, nel 2017 nel distretto di Prato sono state trasformate 142 milioni di kg di materie prime tessili seconde: è infatti proprio questa la definizione che secondo Astri è la più adeguata a qualificare il i prodotti che vengono trattati a Prato.

  • nazionale
  • regionale

    Attività  specifiche che rientrano nell'ambito di applicazione del Registro

Normativa End of Waste relativa al settore tessile

Stiamo portando avanti un'attenta opera di sensibilizzazione con operatori economici, politici e con le scuole sui temi relativi all'economia circolare e sul riciclo dei rifiuti tessili. Siamo presenti a numerose manifestazioni e portiamo la nostra testimonianza ovunque veniamo invitati


 

No

No

    Numero di persone coinvolte nelle attività  descritte nel riquadro precedente

180

Si tratta dei gruppo di aziende socie che hanno aderito ad ASTRI e che danno il proprio contributo attivo alle attività dell'associazione

    Settori di interesse

  • Competentività, Industria e Nuove Imprese
  • Concorrenza e Commercio
  • Normativa Tecnica
  • Piccole e Medie Imprese
  • Incentivi e Sostegno (Impresa)
  • Piano per la Promozione Straordinaria del Made in Italy
  • Incentivi e Sostegno (Commercio Internazionale)

    Appartenenza e affiliazione

180 aziende del territorio pratese e anche di altre province, che operano all'interno del settore tessile

    Dati finanziari

01/01/2018  -  31/12/2018

< 9.999 €

 

0 €

 

0 €

 

0 €

    Codice di condotta

Registrandosi l'organizzazione ha sottoscritto il codice di condotta del Registro per la trasparenza.