Profilo del soggetto registrato

COMANDO REGIONALE DELLA CAMPANIA

Numero di identificazione nel Registro: 2017-33411489-31
Data d'iscrizione: 24/03/2017 23:32:14

Le informazioni su questo soggetto sono state modificate il: 27/03/2017 15:20:19
Data dell'ultimo aggiornamento annuale: 29/03/2017 09:14:28
Prossimo aggiornamento previsto al più tardi il: 29/03/2018

    Entità  registrata: organizzazione o lavoratore autonomo

COMANDO REGIONALE DELLA CAMPANIA

AGRIAMBIENTE

Altro: VOLONTARIATO

    Categoria di registrazione

Organizzazioni rappresentative di amministrazioni locali, regionali e comunali, altri enti pubblici o misti ecc.

Strutture regionali

    Recapito

Via Cannavino 28
80126  Napoli
ITALIA

08119722583

    Responsabile legale

AMORIELLO, VINCENZO

PRESIDENTE REGIONALE

    Obiettivi e compiti

L'associazione si propone di promuovere, difendere e sviluppare le risorse ambientali naturali e rurali perseguendo finalità di ordine culturale e sociale.
In particolare l'associazione si propone di:
- sviluppare e promuovere la partecipazione dei cittadini, delle imprese, degli enti, delle istituzioni a favore della tutela e della valorizzazione ambientale con particolare interesse a favorire processi di miglioramento della qualità della vita delle popolazioni locali;
- difendere i diritti dei cittadini, singoli o associati, al miglioramento ed alla salvaguardia ambientale, alla salute ed all'igiene, alla valorizzazione culturale delle realtà locali ed etniche;
- valorizzare in maniera particolare le intrinseche qualità della civiltà contadina e in modo particolare delle tradizioni di costume, di dialetto e di usi esistenti;
- sviluppare iniziative tese a diffondere, tra i bambini e tra i ragazzi, gli aspetti culturali della difesa e della valorizzazione dell'ambiente naturale e dell'ambiente rurale, favorendo processi di crescita e di integrazione sociale;
- sviluppare iniziative e progetti tesi alla formazione professionale dei giovani e dei lavoratori, al fine di accrescere le competenze professionali nei campi dell'ambiente, dell'agricoltura, dell'agroalimentare, del turismo e dell'artigianato;
- stipulare con enti pubblici e privati convenzioni e contratti;
- promuovere e/o gestire attività di carattere sociale, culturale, economico atte a favorire la crescita culturale in campo ambientale, ecologico, rurale, turistico, artigianale etc.;
- organizzare e gestire attività di tipo turistico per i soci ed i loro famigliari;
- promuovere azioni di marketing territoriale per la salvaguardia e lo sviluppo delle risorse ambientali locali, favorendo l'integrazione di processi istituzionali e/o associativi nei campi ambientale, rurale, turistico, artigianale, culturale e della formazione;
- promuovere azioni di marketing a favore del turismo ambientale e rurale, nonché a favore dei prodotti agro alimentari tipici delle varie Regioni italiane;
- promuovere iniziative legislative a livello regionale, statale e comunitario atte a favorire la salvaguardia e lo sviluppo delle risorse ambientali locali, nonché lo sviluppo socio economico delle comunità locali, in particolare modo delle realtà rurali e montane svantaggiate;
- promuovere la costituzione di aree protette e parchi ambientali, eventualmente anche gestire le stesse tramite le proprie strutture locali e/o specializzate;
- combattere contro le sofisticazioni alimentari e contro i vari tipi di inquinamento ambientale, attivando le iniziative legali, sociali ed istituzionali ritenute più opportune;
- promuovere e gestire iniziative di marketing e di comunicazione, di varia tipologia, nei campi dell'ambiente, della salute, dell'agricoltura, del turismo ambientale e rurale, dei prodotti agro alimentari, della cultura e delle tradizioni locali e di tutto quanto coerente e collegato a questi;
- promuovere l'associazionismo al fine di difendere i diritti dei cittadini e dei consumatori;
- promuovere analisi e ricerche di natura ambientale, salutistica, turistica, commerciale, culturale al fine di sviluppare le conoscenze e diffonderle, anche grazie alla costituzione comitati scientifici di settore deliberati dal consiglio direttivo dell'associazione;
-istituisce il Servizio di Vigilanza Ambientale, Zoofila, Ittica, Venatoria dell'Associazione coordinato da vertici Nazionali, Regionali e Provinciali, che opera principalmente nei seguenti settori d'intervento, giusto regolamento approvato con decreto dai Questori per territorio (tipo quello della provincia di Milano);
• anagrafe canina, controllo dei canili e del fenomeno del randagismo di cani
e gatti, epidemie degli animali;
• servizio ambulanza veterinaria soccorso recupero trasporto animali);
• servizio di gestione strutture ricovero animali (canili/gattili);

  • regionale

    Attività  specifiche che rientrano nell'ambito di applicazione del Registro

L'associazione si propone di promuovere, difendere e sviluppare le risorse ambientali naturali e rurali perseguendo finalità di ordine culturale e sociale.
In particolare l'associazione si propone di:
- sviluppare e promuovere la partecipazione dei cittadini, delle imprese, degli enti, delle istituzioni a favore della tutela e della valorizzazione ambientale con particolare interesse a favorire processi di miglioramento della qualità della vita delle popolazioni locali;
- difendere i diritti dei cittadini, singoli o associati, al miglioramento ed alla salvaguardia ambientale, alla salute ed all'igiene, alla valorizzazione culturale delle realtà locali ed etniche;
- valorizzare in maniera particolare le intrinseche qualità della civiltà contadina e in modo particolare delle tradizioni di costume, di dialetto e di usi esistenti;
- sviluppare iniziative tese a diffondere, tra i bambini e tra i ragazzi, gli aspetti culturali della difesa e della valorizzazione dell'ambiente naturale e dell'ambiente rurale, favorendo processi di crescita e di integrazione sociale;
- sviluppare iniziative e progetti tesi alla formazione professionale dei giovani e dei lavoratori, al fine di accrescere le competenze professionali nei campi dell'ambiente, dell'agricoltura, dell'agroalimentare, del turismo e dell'artigianato;
- stipulare con enti pubblici e privati convenzioni e contratti;
- promuovere e/o gestire attività di carattere sociale, culturale, economico atte a favorire la crescita culturale in campo ambientale, ecologico, rurale, turistico, artigianale etc.;
- organizzare e gestire attività di tipo turistico per i soci ed i loro famigliari;
- promuovere azioni di marketing territoriale per la salvaguardia e lo sviluppo delle risorse ambientali locali, favorendo l'integrazione di processi istituzionali e/o associativi nei campi ambientale, rurale, turistico, artigianale, culturale e della formazione;
- promuovere azioni di marketing a favore del turismo ambientale e rurale, nonché a favore dei prodotti agro alimentari tipici delle varie Regioni italiane;
- promuovere iniziative legislative a livello regionale, statale e comunitario atte a favorire la salvaguardia e lo sviluppo delle risorse ambientali locali, nonché lo sviluppo socio economico delle comunità locali, in particolare modo delle realtà rurali e montane svantaggiate;
- promuovere la costituzione di aree protette e parchi ambientali, eventualmente anche gestire le stesse tramite le proprie strutture locali e/o specializzate;
- combattere contro le sofisticazioni alimentari e contro i vari tipi di inquinamento ambientale, attivando le iniziative legali, sociali ed istituzionali ritenute più opportune;
- promuovere e gestire iniziative di marketing e di comunicazione, di varia tipologia, nei campi dell'ambiente, della salute, dell'agricoltura, del turismo ambientale e rurale, dei prodotti agro alimentari, della cultura e delle tradizioni locali e di tutto quanto coerente e collegato a questi;
- promuovere l'associazionismo al fine di difendere i diritti dei cittadini e dei consumatori;
- promuovere analisi e ricerche di natura ambientale, salutistica, turistica, commerciale, culturale al fine di sviluppare le conoscenze e diffonderle, anche grazie alla costituzione comitati scientifici di settore deliberati dal consiglio direttivo dell'associazione;
-istituisce il Servizio di Vigilanza Ambientale, Zoofila, Ittica, Venatoria dell'Associazione coordinato da vertici Nazionali, Regionali e Provinciali, che opera principalmente nei seguenti settori d'intervento, giusto regolamento approvato con decreto dai Questori per territorio (tipo quello della provincia di Milano);
• anagrafe canina, controllo dei canili e del fenomeno del randagismo di cani
e gatti, epidemie degli animali;
• servizio ambulanza veterinaria soccorso recupero trasporto animali);
• servizio di gestione strutture ricovero animali (canili/gattili);
• servizio di gestione parchi/oasi faunistici e ambientali;
• tutela di parchi e giardini, verifiche antinquinamento degli scarichi
pubblici e privati, controllo delle deposizioni di rifiuti anche ingombranti,
tossici e pericolosi nelle aree pubbliche e private;
• controllo della circolazione fuori strada dei veicoli a motore;
• prevenzione e repressione dei maltrattamenti degli animali;
• vigilanza sul patrimonio ittico e sulla disciplina dell'esercizio della pesca
nelle acque interne e marine;
• vigilanza venatoria;
• tutela della flora, dei funghi epigei e dei prodotti di sottobosco, tutela
della fauna minore;
• controlli nei mattatoi circa i modi di abbattimento ed il rispetto delle
condizioni igienico-sanitarie degli impianti;
• controlli presso gli Istituti scientifici e farmaceutici, contro la
vivisezione ed il maltrattamento degli animali; la sorveglianza si estende ai
luoghi di custodia e tende ad impedire il commercio illegittimo di animali
destinati alla vivisezione e il commercio degli animali esotici protetti dalla
legge Washington;
• servizi di Protezione Civile.
Istituisce gruppi di volontari nelle varie regioni per l'aiuto agli indigenti con opere di carità raccolta di cibo (anche per gli animali) e vestiario per essere distribuiti ai più bisognosi.


Art. 8 - Attività Accessorie
L'associazione potrà, inoltre svolgere qualunque altra attività connessa ed affine con quella sopraindicata e compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura mobiliare ed immobiliare nonché quanto altro necessario ed utile per la realizzazione diretta e indiretta dei fini sociali.
L'associazione non potrà svolgere attività diverse da quelle menzionate all'art.7 del presente statuto ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse;
L'associazione non distribuirà, anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre Onlus che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura;
L'associazione avrà l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse;
In caso di scioglimento per qualunque causa l'associazione ha l'obbligo di devolvere il patrimonio dell'organizzazione ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art.3, comma 190 della legge 23 dicembre 1996, n.662, organismo istituito con D.P.C.M. dei 26 settembre 2000, salvo diversa destinazione imposta dalla legge;
L'associazione avrà l'obbligo di usare, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, la locuzione "organizzazione non lucrativa di utilità sociale o dell'acronimo "Onlus".

L'associazione si propone di promuovere, difendere e sviluppare le risorse ambientali naturali e rurali perseguendo finalità di ordine culturale e sociale.
In particolare l'associazione si propone di:
- sviluppare e promuovere la partecipazione dei cittadini, delle imprese, degli enti, delle istituzioni a favore della tutela e della valorizzazione ambientale con particolare interesse a favorire processi di miglioramento della qualità della vita delle popolazioni locali;
- difendere i diritti dei cittadini, singoli o associati, al miglioramento ed alla salvaguardia ambientale, alla salute ed all'igiene, alla valorizzazione culturale delle realtà locali ed etniche;
- valorizzare in maniera particolare le intrinseche qualità della civiltà contadina e in modo particolare delle tradizioni di costume, di dialetto e di usi esistenti;
- sviluppare iniziative tese a diffondere, tra i bambini e tra i ragazzi, gli aspetti culturali della difesa e della valorizzazione dell'ambiente naturale e dell'ambiente rurale, favorendo processi di crescita e di integrazione sociale;
- sviluppare iniziative e progetti tesi alla formazione professionale dei giovani e dei lavoratori, al fine di accrescere le competenze professionali nei campi dell'ambiente, dell'agricoltura, dell'agroalimentare, del turismo e dell'artigianato;
- stipulare con enti pubblici e privati convenzioni e contratti;
- promuovere e/o gestire attività di carattere sociale, culturale, economico atte a favorire la crescita culturale in campo ambientale, ecologico, rurale, turistico, artigianale etc.;
- organizzare e gestire attività di tipo turistico per i soci ed i loro famigliari;
- promuovere azioni di marketing territoriale per la salvaguardia e lo sviluppo delle risorse ambientali locali, favorendo l'integrazione di processi istituzionali e/o associativi nei campi ambientale, rurale, turistico, artigianale, culturale e della formazione;
- promuovere azioni di marketing a favore del turismo ambientale e rurale, nonché a favore dei prodotti agro alimentari tipici delle varie Regioni italiane;
- promuovere iniziative legislative a livello regionale, statale e comunitario atte a favorire la salvaguardia e lo sviluppo delle risorse ambientali locali, nonché lo sviluppo socio economico delle comunità locali, in particolare modo delle realtà rurali e montane svantaggiate;
- promuovere la costituzione di aree protette e parchi ambientali, eventualmente anche gestire le stesse tramite le proprie strutture locali e/o specializzate;
- combattere contro le sofisticazioni alimentari e contro i vari tipi di inquinamento ambientale, attivando le iniziative legali, sociali ed istituzionali ritenute più opportune;
- promuovere e gestire iniziative di marketing e di comunicazione, di varia tipologia, nei campi dell'ambiente, della salute, dell'agricoltura, del turismo ambientale e rurale, dei prodotti agro alimentari, della cultura e delle tradizioni locali e di tutto quanto coerente e collegato a questi;
- promuovere l'associazionismo al fine di difendere i diritti dei cittadini e dei consumatori;
- promuovere analisi e ricerche di natura ambientale, salutistica, turistica, commerciale, culturale al fine di sviluppare le conoscenze e diffonderle, anche grazie alla costituzione comitati scientifici di settore deliberati dal consiglio direttivo dell'associazione;
-istituisce il Servizio di Vigilanza Ambientale, Zoofila, Ittica, Venatoria dell'Associazione coordinato da vertici Nazionali, Regionali e Provinciali, che opera principalmente nei seguenti settori d'intervento, giusto regolamento approvato con decreto dai Questori per territorio (tipo quello della provincia di Milano);
• anagrafe canina, controllo dei canili e del fenomeno del randagismo di cani
e gatti, epidemie degli animali;
• servizio ambulanza veterinaria soccorso recupero trasporto animali);
• servizio di gestione strutture ricovero animali (canili/gattili);
• servizio di gestione parchi/oasi faunistici e ambientali;
• tutela di parchi e giardini, verifiche antinquinamento degli scarichi
pubblici e privati, controllo delle deposizioni di rifiuti anche ingombranti,
tossici e pericolosi nelle aree pubbliche e private;
• controllo della circolazione fuori strada dei veicoli a motore;
• prevenzione e repressione dei maltrattamenti degli animali;
• vigilanza sul patrimonio ittico e sulla disciplina dell'esercizio della pesca
nelle acque interne e marine;
• vigilanza venatoria;
• tutela della flora, dei funghi epigei e dei prodotti di sottobosco, tutela
della fauna minore;
• controlli nei mattatoi circa i modi di abbattimento ed il rispetto delle
condizioni igienico-sanitarie degli impianti;
• controlli presso gli Istituti scientifici e farmaceutici, contro la
vivisezione ed il maltrattamento degli animali; la sorveglianza si estende ai
luoghi di custodia e tende ad impedire il commercio illegittimo di animali
destinati alla vivisezione e il commercio degli animali esotici protetti dalla
legge Washington;
• servizi di Protezione Civile.
Istituisce gruppi di volontari nelle varie regioni per l'aiuto agli indigenti con opere di carità raccolta di cibo (anche per gli animali) e vestiario per essere distribuiti ai più bisognosi.


Art. 8 - Attività Accessorie
L'associazione potrà, inoltre svolgere qualunque altra attività connessa ed affine con quella sopraindicata e compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura mobiliare ed immobiliare nonché quanto altro necessario ed utile per la realizzazione diretta e indiretta dei fini sociali.
L'associazione non potrà svolgere attività diverse da quelle menzionate all'art.7 del presente statuto ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse;
L'associazione non distribuirà, anche in modo indiretto, utili ed avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre Onlus che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura;
L'associazione avrà l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse;
In caso di scioglimento per qualunque causa l'associazione ha l'obbligo di devolvere il patrimonio dell'organizzazione ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art.3, comma 190 della legge 23 dicembre 1996, n.662, organismo istituito con D.P.C.M. dei 26 settembre 2000, salvo diversa destinazione imposta dalla legge;
L'associazione avrà l'obbligo di usare, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, la locuzione "organizzazione non lucrativa di utilità sociale o dell'acronimo "Onlus".


 

No

No

    Numero di persone coinvolte nelle attività  descritte nel riquadro precedente

400

    Settori di interesse

  • Professioni non organizzate

    Appartenenza e affiliazione

    Dati finanziari

01/01/2017  -  27/12/2017

0 €

 

0 €

 

0 €

 

0 €

    Codice di condotta

Registrandosi l'organizzazione ha sottoscritto il codice di condotta del Registro per la trasparenza.